MOBILITA’ VERTICALE PERS. ATA – IL TAR LAZIO (con Ordinanza del 5/7/2010) SOSPENDE LA PROCEDURA CONCORSUALE !


Diversi ATA precari hanno impugnato il bando di concorso in oggetto (DDG 28/1/2010 n. 979) con ricorso al TAR del Lazio, ritenendo illegittima l’esclusione del personale precario da tale procedura . A proposito della mancata partecipazione del personale supplente al concorso, la FLC Cgil Nazionale sollevò il problema in sede di definizione del CCNI del 12/3/2009 (da cui é seguito il “bando” vero e proprio – DDG n. 979/2010), ma la nostra posizione rimase isolata e il MIUR non ritenne di inserire anche il personale supplente tra coloro che potevano partecipare alla selezione (vedi “nota a verbale” al CCNI 12/3/2010).  La cosa grave é che il MIUR ha disatteso la richiesta del TAR (con Ordinanza del 14/5/2010) di produrre chiarimenti, non inviando nessun atto a sua difesa ! Pur avendo respinto lo stesso MIUR, come sopra accennato, la nostra richiesta di inserire anche i supplenti, palesando, a dir poco, un contraddittorio comportamento. Per cui il TAR con la successiva Ordinanza del 5 luglio ha sospeso il “bando” fino alla data del 29 settembre 2010 (data fissata per l’udienza di “merito” – fatti salvi i sempre possibili rinvii). PERTANTO FINO A TALE DATA GLI EFFETTI DEL DDG n.979/2010 SONO SOSPESI, con i seguenti principali conseguenze :

1) la graduatorie non hanno al momento nessuna efficacia (nè scadenze);

2) quindi dal 1/9/2010 non si potrà procedere a nessuna operazione (immissione in ruolo, utilizzazioni e assegnazioni di incarichi, ecc.) sulla base delle predette graduatorie;

3) permangono dei dubbi sulla legittimità di far svolgere i “corsi di preparazione”, anche se noi riteniamo che tali corsi, avendo anche il carattere di “corsi di formazione/aggiornamento” potrebbere ritenersi autonomi da quanto sopra;

4) in ogni caso si ritiene che alla fine di detti corsi, con la vigenza dell’Ordinanza del TAR, sarebbe molto problematico far svolgere le prove finali, in quanto queste sono direttamente connesse alle procedure “sospese” dal TAR. Per questo aspetto riteniamo che si debba attendere il definitivo pronunciamento (questione però, ancora tutta da verificare).

Si allegano le due citate Ordinanze del TAR Lazio e la nota della FLC Cgil messa a verbale nel CCNI del 12/3/2009.

Vi terremo informati sullo sviluppo dei questa complessa vicenda.

Allegato: FLC Siena  8.7.10 (Ord. Tar Lazio-allegati).doc (44Kbytes)

Un Commento

  1. Foto del profilo di lorenzomicheli

    Riteniamo la progressione di carriera un elemento importante ed un diritto dei lavoratori che in base alla dimostrazione di certificate e provate competenze passano ad un ruolo differente. Nessun problema quindi da parte nostra nel riconoscere il valore della mobilità verticale, cosa fra l’altro da noi sempre portata avanti con determinazione. Alcuni problemi nascono invece dall’assenza delle immissioni in ruolo e dal non dare certezza a lavoratori che da anni sono in attesa di stabilizzazione, che stanno all’origine del ricorso e dell’ordinanza del TAR.
    Crediamo e optiamo per una soluzione della questione in tempi brevi per dare a tutti la chiarezza e la certezza dei propri diritti e, di conseguenza del proprio futuro.

Lascia un commento

I commenti sono moderati e saranno pubblicati soltanto dopo l'approvazione di un amministratore del sito.

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>