RIFIUTATA AL BANDINI QUALSIASI SOLUZIONE PER IL DIRITTO DEGLI STUDENTI AD UNA SCUOLA DI QUALITA’

In seguito all’incontro col Dirigente Scolastico provinciale,al quale era stato richiesto in un precedente incontro di cercare con il Dirigente scolastico Regionale una soluzione al problema della classe di 34 studenti dell’Istituto Bandini( i quali, proprio per via del numero e oltre una naturale caduta dell’offerta formativa, si ritrovano anche nell’impossibilità di accedere ai laboratori) sono state cassate tutte le richieste di genitori, studenti e organizzazioni sindacali presenti.

Nella scuola pubblica il diritto allo studio e ad una scuola di qualità è solo un opzione  subordinata alle scelte economiche delle politiche di Tremonti avallate dagli uffici scolastici competenti che in deroga al loro compito di  pianificare l’esigibilità del diritto costituzionale all’istruzione si trasaformano in bracci esecutivi del Ministro e dei suoi tagli.

La FLC CGIL esprime la sua indignazione per come i problemi veri denunciati da studenti e genitori non trovino sponda e risposta dalle istituzioni competenti e dichiara la propria disponibilità per iniziative di mobilitazione.

La FLC CGIL di Siena invita tutti i lavoratori della scuola, gli Istituti della provincia ed i genitori a mobilitarsi a fianco dei genitori e studenti del Bandini per riaffermare il diritto per tutti ad un’istruzione pubblica e di qualità.

Leggi di seguito il comunicato dei rappresentanti de genitori e studenti dell’Istituto Bandini

Comunicato ITCG Bandini

Lascia un commento

I commenti sono moderati e saranno pubblicati soltanto dopo l'approvazione di un amministratore del sito.

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>