La protesta non va in vacanza!

comunicato stampa

La protesta della Flc Cgil contro i tagli alla scuola, università e ricerca sarà portata anche sulle spiagge della nostra regione. Infatti giovedì 7 agosto uno striscione di 40 metri attraverserà il cielo da Massa fino a Cecina, rivendicando che la qualità dei settori della conoscenza non si realizza attraverso ai tagli alle risorse. Infatti il decreto legge 112, approvato qualche giorno fa, taglia molte centinaia di posti tra personale docente e Ata nella scuola e riduce drasticamente le risorse per l’università. L’efficienza e la lotta agli sprechi non si realizzano attraverso i tagli indiscriminati, la qualificazione della scuola non si realizza attraverso le operazioni immagine a cui ci sta abituando il ministro Gelmini. La nostra protesta vuol ricordare a tutti che il problema della scuola italiana non è certo la divisa scolastica ma la mancanza di risorse che in questi anni si sono progressivamente assottigliate, il problema è l’edilizia scolastica, la mancanza di sussidi e di strumenti, di incentivi economici per i lavoratori, di una formazione in servizio che abbia gli adeguati finanziamenti ( per l’anno scolastico 2008/2009 la somma prevista per l’aggiornamento del personale scolastico è di 9 euro a testa!). Inoltre vogliamo ricordare che la riduzione dei fondi per le università e la loro possibile trasformazioni in fondazioni, quindi di fatto una privatizzazione, alla fine sarà pagata dagli studenti attraverso l’aumento delle tasse universitarie e l’impoverimento dei servizi.

Per queste ragioni la nostra protesta riguarda tutti i lavoratori dei settori della conoscenza, gli studenti e tutti i cittadini, per una scuola università e ricerca pubblica e di qualità.

FLC CGIL Toscana

 

Lascia un commento

I commenti sono moderati e saranno pubblicati soltanto dopo l'approvazione di un amministratore del sito.

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>